VISFRIM

TO6

Preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse

Il progetto in numeri
Durata:
36 mesi
Inizio: 01.01.19
Fine: 31.12.21
N. Partner: 11
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
2.940.441,15€
Contributo FESR:
2.499.374,96€

The project in numbers

Durata: 
36 mesi
Start / End: 
01.01.19 to 31.12.21
Stato avanzamento progetto: 
11%
Budget: 
2940441.15€
Contributo FESR: 
2499374.96€

VISFRIM

Gestione del Rischio Idraulico per il bacino del fiume Vipacco ed ulteriori bacini transfrontalieri
Asse prioritario 3

Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali

Obiettivo specifico: 
OS 3.3.
Priorità d'investimento: 
PI 6f
Tipologia: 
Strategic
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Il progetto VISFRIM mira a conseguire una gestione efficiente del rischio idraulico in bacini transfrontalieri, attraverso lo sviluppo di metodologie e strumenti tecnologici funzionali all’attuazione dei piani di gestione del rischio alluvioni esistenti ed al loro prossimo aggiornamento, previsto dalla Direttiva Alluvioni 2007/60/CE entro il 2021.

Sintesi del progetto: 

L’area del programma risulta vulnerabile alle alluvioni e tale trend è destinato tragicamente ad aumentare a causa del fervente processo di urbanizzazione in atto e dei cambiamenti climatici. Il progetto VISFRIM mira a conseguire una gestione efficiente del rischio idraulico in bacini transfrontalieri, attraverso lo sviluppo di metodologie e strumenti tecnologici funzionali all’attuazione dei Piani di Gestione del Rischio Alluvioni (PGRA) esistenti ed al loro prossimo aggiornamento (2021). Il progetto prevede il coinvolgimento di enti governativi ed autorità locali, che saranno impegnate nell’implementazione di misure e azioni congiunte nei bacini internazionali dei fiumi Isonzo e Vipacco e nel bacino interregionale del fiume Lemene. Condivideranno dati e conoscenze, svilupperanno insieme modelli per la simulazione degli allagamenti e individueranno misure di mitigazione da attuare nel territorio, preventivamente valutate in termini di costi e benefici tramite specifiche procedure informatiche progettate durante il progetto. In particolare verranno implementati strumenti informatici verdi, cioè tecnologie in grado di promuovere la partecipazione attiva dei cittadini nel monitoraggio ambientale, e verranno realizzate opere strutturali su piccola scala e a basso impatto ambientale.

Risultati principali: 

1.Comunità locali maggiormente resilienti alle alluvioni
Il progetto prevede lo sviluppo di tecnologie verdi, sistemi in grado di promuovere la conservazione e protezione dell’ambiente naturale, quali piattaforme web per la raccolta e visualizzazione di diverse informazioni inerenti i bacini idrografici transfrontalieri. La presenza di un simile sistema contribuirà ad aumentare la fiducia reciproca tra le diverse autorità competenti, migliorerà il monitoraggio del territorio e promuoverà inoltre una maggiore diffusione dei dati ambientali, rendendo di conseguenza le comunità comprese al suo interno meno vulnerabili e maggiormente consapevoli dei rischi esistenti.
2.Maggiore sicurezza del territorio
La condivisione di informazioni tramite le tecnologie verdi previste nel progetto permetterà di sviluppare strumenti modellistici più attendibili, in quanto sorretti da un set dati più numeroso e maggiormente distribuito nel territorio. Inoltre il migliore quadro conoscitivo risultante porterà gli enti decisori ad individuare le soluzioni più efficaci (misure strutturali e non strutturali) da attuare nel territorio per mitigare il rischio idraulico entro l’intero bacino idrografico.

Partner

Partner capofila

Autorità di bacino distrettuale delle Alpi orientali

Venezia
ITA

Partner progettuale n.1

Città Metropolitana di Venezia

Venezia
ITA

Partner progettuale n.2

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Trieste
ITA

Partner progettuale n.3

Regione del Veneto – Direzione Difesa del Suolo

Venezia
ITA

Partner progettuale n.4

Ministero dell'ambiente e della pianificazione territoriale della Repubblica di Slovenia

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.5

Agenzia ambientale slovena

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.6

Comune di Miren-Kostanjevica

Goriška
SLO

Partner progettuale n.7

Comune di Nova Gorica

Goriška
SLO

Partner progettuale n.8

Comune di Postojna

Primorsko-notranjska
SLO

Partner progettuale n.9

Comune di Šempeter-Vrtojba

Goriška
SLO

Partner progettuale n.10

Comune di Vipava

Goriška
SLO

Contatti

Autorità di bacino distrettuale delle Alpi orientali

+39041714444
Cannaregio 4314, 30121, Venezia, Italia
Ferri Michele

Città Metropolitana di Venezia

+39 041 2501971
San Marco 2662, 124, Venezia, Italia
Luisa Girotto

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

+390403774169
Piazza Unità d'italia 1, 34100, Trieste, Italia
Marco Lipizer

Regione del Veneto – Direzione Difesa del Suolo

0412792357
Palazzo Balbi - Dorsoduro - Venezia 3901, 30123, Venezia, Italia
Valentina Bassan

Ministero dell'ambiente e della pianificazione territoriale della Repubblica di Slovenia

+386 1 478 7000
Dunajska 48, 1000, Ljubljana, Slovenija
Špela Petelin

Agenzia ambientale slovena

+386 1 478 40 00
Vojkova 1b, 1000, Ljubljana, Slovenija
Klement Bergant

Comune di Miren-Kostanjevica

+386 5 330 46 70
Miren 137, 5291, Miren-Kostanjevica, Slovenija
Nevenka Vuk

Comune di Nova Gorica

,+386 5 3350 111
Trg Edvarda Kardelja 1
Mateja Zoratti

Comune di Postojna

+386 (0)5 7280 700
Ljubljanska cesta 4
Anita Kranjc

Comune di Šempeter-Vrtojba

00386 (0) 5 335 10 00
Trg Ivana Roba 3a, 5290, Šempeter-Vrtojba, Slovenija
Petra Dominko Baša

Comune di Vipava

+386 (0)5 364 34 10
Glavni trg 15, 5271, Vipava, Slovenija
Lavreni Božidar