TRETAMARA

TO6

Preservare e tutelare l'ambiente e promuovere l'uso efficiente delle risorse

Il progetto in numeri
Durata:
24 mesi
Inizio: 03.02.20
Fine: 28.02.22
N. Partner: 4
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
820.000,00€
Contributo FESR:
697.000,00€

The project in numbers

Durata: 
24 mesi
Start / End: 
03.02.20 to 28.02.22
Stato avanzamento progetto: 
20%
Budget: 
820000.00€
Contributo FESR: 
697000.00€

TRETAMARA

Trezze, Tegnue e Ambienti marini dell’alto Adriatico: proposte di gestione
Asse prioritario 3

Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali

Obiettivo specifico: 
OS 3.2.
Priorità d'investimento: 
PI 6d
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

TRETAMARA si propone di contribuire a linee guida, condivise a livello transnazionale, per un piano di gestione integrata degli habitat marini ad elevato valore ecologico in perfetta sinergia con l’obiettivo complessivo del programma che è quello di promuovere la sostenibilità e la governance transfrontaliera e con le azioni di progetto tutelare e promuovere le risorse naturali e rafforzare la gestione integrata degli ecosistemi per uno sviluppo sostenibile del territorio.

Sintesi del progetto: 

l nord Adriatico sono presenti habitat marini e litorali che favoriscono e supportano l’enorme biodiversità animale e vegetale, rappresentati dagli affioramenti biogenici-geogenici del Friuli Venezia Giulia e Veneto, ai coralliti morti di Cladocora caespitosa del versante sloveno, alle numerose ZSC-ZPS costiere-litorali. I risultati del progetto Trecorala (Interreg Ita-Slo 2007-13) ha consentito di valutare lo stato ecologico delle formazioni geo-biogeniche che sono state riconosciute Siti di Interesse Comunitario per la presenza di habitat prioritari come il Coralligeno e i fondi a rodoliti e maerl. In Slovenia, le formazioni a Cladocora caespitosa si trovano inserite nelle aree marine protette Monumento Naturale Punta Grossa e Parco Naturale di Strugnano. TRETAMARA si propone di capitalizzare le conoscenze pregresse, di valorizzare le migliori pratiche di gestione, portando alla stesura di un documento che supporti, laddove manchi, la stesura dei Piani di gestione delle aree SIC costiere e marine, contribuendo all’armonizzazione dei piani di Gestione a livello di Alto Adriatico, proponendo inoltre linee guida nazionali e transnazionali per una gestione integrata degli habitat marino-costieri ad elevato valore ecologico anche attraverso Azioni mirate ad alto contenuto innovativo.

Risultati principali: 

I risultati di TRETAMARA contribuiranno a rafforzare la gestione degli ecosistemi contribuendo all’ottenimento dei risultati specifici del Programma attraverso il miglioramento di conservazione dello status degli habitat (3.2.A) e delle specie (3.2.B) e contribuendo anche a definire strumenti per la valutazione e la promozione dei servizi ecosistemici. L’attività prevede l’individuazione e raccolta del materiale esistente sugli habitat e gli eventuali piani di gestione. Verranno presi in considerazione i risultati provenienti da tutti i progetti dell’area di programma e dai risultati delle azioni per la redazione dei piani di gestione. I dati verranno pubblicati sul sito del progetto e resi disponibili come OpenData attraverso servizi WMS e WFS ai partner e a chiunque ne faccia richiesta. Saranno inoltre attivate Azioni pilota transfrontaliere a sostegno della biodiversità che saranno riproposte/replicate nelle aree di competenza dei singoli Partner. Le azioni agiranno su superfici di habitat cofinanziati delle aree marino-costiere ad elevato valore ecologico come le formazioni biogeogeniche, del fondo detritico della baia di Pirano con le limitrofe aree di rinvenimento di Cladocora caespitosa e le aree costiere a Prateria di Cymodocea nodosa e Zostera marina associate alla presenza di Pinna nobilis. Un indicatore dei risultati di TRETAMARA relativi al coinvolgimento dei portatori d’interesse e alla implementazione della consapevolezza sociale dell’elevato valore ecologico degli ambienti marini e costieri potrà essere la categorizzazione ed il numero dei partecipanti agli eventi partecipativi nonché a quelli educativi e divulgativi in accordo con l’indicatore di output 3.2.3.

Partner

Partner capofila

Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS

Trieste
ITA

Partner progettuale n.1

Shoreline società cooperativa

Trieste
ITA

Partner progettuale n.2

Nacionalni inštitut za biologijo, Morska biološka postaja Piran

Obalno-kraška
SLO

Partner progettuale n.3

Consiglio Nazionale delle Ricerche

Venezia
ITA

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

TRETAMARA si propone di contribuire a linee guida, condivise a livello transnazionale, per un piano di gestione integrata degli habitat marini ad elevato valore ecologico in perfetta sinergia con l’obiettivo complessivo del programma che è quello di promuovere la sostenibilità e la governance transfrontaliera e con le azioni di progetto tutelare e promuovere le risorse naturali e rafforzare la gestione integrata degli ecosistemi per uno sviluppo sostenibile del territorio.

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE 

Progetto iniziato il 03/02/2020

Contatti

Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS

0039040 2140324, 0039040 2140680
Borgo Grotta Gigante 42/C 34010 Sgonico (TS) Italia
Gordini Emiliano, Lorenzon Simonetta

Shoreline società cooperativa

0039347 4629045
Località Padriciano 99 34149 Trieste (TS) Italia
Ciriaco Saul

Nacionalni inštitut za biologijo, Morska biološka postaja Piran

00386 59 23 29 34
Večna pot 111 1000 Ljubljana Slovenija
Orlando Bonaca Martina

Consiglio Nazionale delle Ricerche

0039041 2407954
Piazzale Aldo Moro 7 00185 Roma (RM) Italia
Bergamasco Alessandro