TRAIN

TO1

Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione

Il progetto in numeri
Durata:
30 mesi
Inizio: 25.09.17
Fine: 24.03.20
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
1.243.702,22€
Contributo FESR:
1.057.146,89€

The project in numbers

Durata: 
30 mesi
Start / End: 
25.09.17 to 24.03.20
Stato avanzamento progetto: 
33%
Budget: 
1243702.22€
Contributo FESR: 
1057146.89€

TRAIN

Big Data e modelli di malattie: piattaforma transfrontaliera di kit validati per l'industra biotech
Asse prioritario 1

Promozione delle capacità d'innovazione per un'area più competitiva

Obiettivo specifico: 
OS 1.1.
Priorità d'investimento: 
PI 1b
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Incrementare la cooperazione tra soggetti chiave del campo biomedico quali istituti di ricerca, università e aziende per realizzare una piattaforma di servizi, basata su un’innovativa combinazione di

Sintesi del progetto: 

Il progetto affronta la sfida comune alla Strategia Europa 2020 per la Crescita Intelligente, al PO Italia-Slovenia e alle strategie di Smart Specialization delle tre aree, ossia  potenziare le sinergie tra istituti di ricerca e imprese per accelerare l’innovazione attraverso il trasferimento tecnologico tra questi soggetti chiave. TRAIN svolge ricerche interdisciplinari con nuove tecnologie e coinvolge come partner 2 istituti di ricerca di eccellenza, 1 ente di formazione, 1 PMI biomedicale e 2 cluster di aziende biotech. L’obiettivo è combinare le attuali competenze in biomedicina (Ita) e bio-informatica (Slo) per migliorare la diagnosi e la terapia di diverse patologie come l’infarto del miocardio, ferite difficili e malattie neuro-infiammatorie; il cambiamento previsto è l’accelerazione del trasferimento dalla ricerca all’industria mediante la realizzazione di una serie di kit a disposizione delle aziende biomedicali per creare nuovi prodotti biofarmaceutici. Gli output sono: 1) servizi biologici e bioinformatici per l’identificazione di nuovi biomarcatori e composti terapeutici; 2)
modelli di malattia in provetta; 3) kit validati pronti all’uso; 4) trasferimento tecnologico alle imprese biotech. A beneficiarne saranno le PMI, i professionisti del settore clinico, gli studenti e iricercatori, i pazienti e i sistemi sanitari. L'approccio parte dalla combinazione di due ambiti scientifici, dal coinvolgimento della PMI partner in un caso studio e dal trasferimento dei risultati alle aziende. L’approccio transfrontaliero è fondamentale perché solo con l’unione di competenze complementari presenti nell’area programma è possibile ottenere un maggiore impatto scientifico, economico e sociale. Il progetto è innovativo perché combina per la prima volta due distinti ambiti della ricerca nello sviluppo di kit pronti all’uso per professionisti del settore biomedicale, aumentandone così il potenziale di commercializzazione e di fruizione in tutta l’area transfrontaliera.

Risultati principali: 

Aumentata cooperazione tra i centri di ricerca, le imprese ed i cluster del settore biomedicale nell'area programma attraverso la creazione di una rete transfrontaliera duratura per lo sviluppo congiunto di una piattaforma tecnologica che raggruppa due discipline finora utilizzate separatamente, che trovano applicazioni in diversi ambiti biomedici, tra cui infarto miocardico, ferite difficili, malattie neuro infiammatorie ed altre; ciò migliorerà la conoscenza e quindi la competitività dell’area programma in questi ed altri potenziali settori della salute. L’aumento della cooperazione sarà evidente nelle attività chiave di ricerca e innovazione del progetto, come anche in quelle di trasferimento dei risultati; la ricerca pianificata, infatti, necessita sia dell’eccellenza scientifica dei centri di ricerca ICGEB e IJS e dell’azienda partner Experteam, sia delle capacità di capitalizzazione dei risultati dei due cluster situati rispettivamente in Slovenia (Technology Park Lubiana) e in Italia (Biovalley), sia dell’esperienza nell’alta formazione di ricercatori e professionisti del settore biomedicale che ha il PP MPŠ. I partner vantano un’esperienza pluriennale nei rispettivi campi, e intendono continuare tale collaborazione oltre la dimensione geografica e la durata del progetto, puntando a diventare un gruppo di riferimento per la ricerca e l’innovazione nella produzione di kit per l’analisi della funzionalità cellulare pronti all’uso, da parte di numerose aziende biomedicali e farmaceutiche. La continuazione di questa rete avviata dal partenariato ed estesa all’area transfrontaliera, insieme alle attività di trasferimento tecnologico, garantirà l’impatto della ricerca svolta sia sulla società, grazie alle potenziali cure facilitate da questi risultati, sia sul mercato, vista l’incidenza globale delle patologie target.

Partner

Partner capofila

International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

Trieste
ITA

Partner progettuale n.1

Institut “Jožef Stefan”

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.2

Tehnološki park Ljubljana d.o.o

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.3

Experteam srl

Venezia
ITA

Partner progettuale n.4

Biovalley Investments S.p.A.

Trieste
ITA

Partner progettuale n.5

Mednarodna podiplomska šola Jožefa Stefana

Osrednjeslovenska
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30/05/2018Poster evento annuale 30/05/2018
Train_ITA.pdf
( 493 byte, pubblicato il 20 Luglio, 2018 - 13:04 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

L’obiettivo complessivo del progetto è incrementare la cooperazione tra soggetti chiave del campo biomedico quali istituti di ricerca, università e aziende per realizzare una piattaforma di servizi, basata su un’innovativa combinazione di due discipline, la biologia cellulare e l’analisi di grandi quantità di dati, nell'ambito delle patologie cardiache, infiammatorie, delle problematiche legate a ferite difficili e di altre potenziali patologie, aumentando così l’innovatività e la competitività nel settore della ricerca biomedica.

 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE (30/05/2018)

I partner scientifici stanno collaborando per l’analisi dei dati generati da screening ad alta processività, finalizzati all’identificazione di composti in grado di modulare la fibrosi cardiaca. Tutti i partner hanno avviato la mappatura delle aziende ed istituti del territorio che potrebbero avvantaggiarsi dei servizi sviluppati da TRAIN, nonché un progetto pilota volto a validare mediante saggi cellulari la presenza di micro-organismi contaminanti all’interno di prodotti alimentari.

Contatti

International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

0039 04037571
Area Science Park, Padriciano 99, Trieste, Italia
Zacchigna Serena

Institut “Jožef Stefan”

00386 (0) 14773900
Jamova cesta 39, 1000 Ljubljana, Slovenija
Prof. dr. Sašo Džeroski

Tehnološki park Ljubljana d.o.o

00386 (0) 16203490
Tehnološki park 19, 1000 Ljubljana, Slovenija
Mojca Cvirn

Experteam srl

0039 0415093101
Via della Libertà 12, 30175 Venezia, Italia
De Bortoli Angelo

Biovalley Investments S.p.A.

0039 040636947
ViA Giacinto Gallina 4, 34122 Trieste, Italia
Bravar Diego

Mednarodna podiplomska šola Jožefa Stefana

00386 (0) 14773100
Jamova cesta 39, 1000 Ljubljana, Slovenija
Dr. Dragi Kocev