Progetti

Il Programma Interreg V-A Italia-Slovenia finanzia 3 tipologie progettuali di seguito descritte:

progetti_3_0.png

 

Stato dell'arte dei progetti finanziadi dal Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Slovenia a giugno 2018

 

Budget e assi prioritari

Il Programma affronta le esigenze e le sfide attuali dell'area su cui il Programma medesimo. Il budget totale del Programma è 91.682.299,00 EUR, di cui 77.929.954,00 EUR (85%) provengono dal Fondo Europeo pe lo sviluppo regionale (FESR) e 13.752.345,00 EUR, dal cofinanziamento nazionale italiano e sloveno, e sono destinati a sostenere i cinque assi prioritari:

Asse prioritario 1:Promozione delle capacità d'innovazione per un'area più competitiva: € 18.703.189,00

Asse prioritario 2: Cooperazione per la realizzazione di strategie e piani d'azione per la riduzione delle emissioni di carbonio:  € 11.689.493,00

Asse prioritario 3: Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali: € 27.275.484,00

Asse prioritario 4: Rafforzare la capacità istituzionale e la "governance" transfrontaliera: €15.585.991,00

Asse prioritario 5: Assistenza tecnica: € 4.675.797,00

Tipologie di progetto

1) Progetti strategici, caratterizzati da una maggiore rilevanza in termini di attuazione delle strategie dell'Unione europea e del Programma e di concentrazione degli sforzi per una maggiore coesione della nuova area ammissibile. Attraverso la concentrazione di significative risorse su specifiche tematiche, i progetti strategici contribuiscono a produrre risultati positivi e di lungo periodo nell’intera area del Programma, potenziando le opportunità di cooperazione e incoraggiando sperimentazioni e attuazioni congiunte. Questi progetti richiedono maggiori e specifiche competenze istituzionali e tecniche al fine di garantire un impatto più profondo e benefici per l’intera area di cooperazione.

Sarà realizzato un numero limitato di progetti strategici secondo le logiche dell'approccio top-down sugli Assi prioritari 1, 2, 3 e 4 per un importo complessivo stanziato di 27.000.000 Euro (FESR) con la seguente ripartizione:

  • Priorità 1 (OT 1, PI 1b): 6 M€ per 2 progetti;
  • Priorità 2 (OT 4, PI 4e): 6 M€ per 2 progetti;
  • Priorità 3 (OT 6, PI 6c): 7,5 M€ per 3 progetti;
  • Priorità 3 (OT 6, PI 6d): 2,5 M€ per 1 progetto;
  • Priorità 3 (OT 6, PI 6f): 2,5 M€ per 1 progetto;
  • Priorità 4 (OT 11): 2,5 M€ per 1 progetto incentrato sulla protezione civile.

I progetti strategici saranno fondati sul principio di parità di partnership, ovvero sul fatto che ogni progetto deve avere un partenariato bilanciato che comprenda almeno due partner italiani (uno della Regione Friuli Venezia Giulia e uno della Regione del Veneto) e due sloveni. Tale principio si applicherà esclusivamente a questa tipologia di progetti. Data la loro natura strategica e l’impatto previsto nonché il loro contributo all’intero sistema di programmazione, i progetti strategici saranno selezionati attraverso un approccio istituzionale top-down, attraverso il quale temi mirati saranno individuati al fine di migliorare il loro atteso impatto e contributo alla strategia generale del Programma. Ogni progetto strategico avrà una dotazione finanziaria che varierà  approssimativamente tra 1,5 e 4 M euro.

Sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia n. 6 del 7 febbraio 2018 è stato pubblicato l’avviso inerente il lancio del quinto bando del Programma Interreg V-A Italia-Slovenia mirato alla presentazione di progetti strategici. Le informazioni e la documentazione del bando contenente i termini e le modalità di partecipazione sono visionabili e scaricabili su questo sito in lingua italiana e slovena.

2) Progetti standard: con un ammontare di circa 37.000.000 Euro (FESR), tali progetti saranno attuati secondo le logiche dell'approccio bottom up sugli Assi prioritari  1, 2, 3, 4 . Il 15 giugno 2016 sono stati pubblicati i bandi per la presentazione di proposte progettuali standard n. 01/2016, 02/2016, 03/2016, 04/2016, i cui termini sono scaduti il 30 settembre 2016. Sono state presentate 160 proposte a conferma dell’alto interesse del territorio transfrontaliero per le sfide lanciate dal Programma.

Il 28 giugno 2017 il Comitato di Sorveglianza ha approvato le graduatorie dei quattro bandi. Maggiori informazioni sui bandi per la presentazione di proposte progettuali standard n. 01/2016, 02/2016, 03/2016, 04/2016 sono disponibili alla pagina dedicata .

3) Progetti per l’attuazione dell’ITI. Sono stati firmati il 3 maggio 2017 i contratti di concessione del finanziamento per i due progetti ITI approvati dal Comitato di Sorveglianza del 22-23 febbraio 2017. I due progetti saranno attuati nel quadro dell'Investimento Integrato Territoriale dell'area transfrontaliera del GECT GO, compresa tra i Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Sempeter-Vrtojba. Il primo progetto prevede la realizzazione del "Parco naturale transfrontaliero del fiume Isonzo-Soča" e prevede sia investimenti in infrastrutture (piste ciclabili e aree ricreative) sia azioni di marketing territoriale. Costo del progetto è 5 Milioni di euro. Il secondo progetto prevede lo sviluppo di una rete di servizi transfrontalieri nell'ambito socio-sanitario a favore della comunità dell'area del GECT GO. Sarà realizzato attraverso la collaborazione degli enti e istituzioni operanti nel settore sanitario e sociale dei due Stati e dei tre Comuni. Costo del progetto è 5 Milioni di euro. Attuatore di entrambi i progetti è il Gruppo europeo di cooperazione territoriale GECT GO/EZTS GO, costituito tra i tre Comuni e con sede a Gorizia.