MUSE

OT4

Sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori

Il progetto in numeri
Durata:
36 mesi
Inizio: 01.10.17
Fine: 31.03.20
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
1.407.133,58€
Contributo FESR:
1.196.063,54€

MUSE

Collaborazione transfrontaliera per la Mobilità Universitaria Sostenibile Energeticamente efficiente
Asse prioritario 2

Cooperazione per la realizzazione di strategie e piani d'azione per la riduzione delle emissioni di carbonio

Obiettivo specifico: 
OS 2.1.
Priorità d'investimento: 
PI 4e
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Il progetto mira a integrare nelle strategie di mobilità urbana ed extra urbana degli Enti Locali transfrontalieri l’efficientamento energetico e la riduzione delle emissioni di CO2, testando servizi innovativi riguardanti la mobilità elettrica e aumentando le competenze degli Enti Pubblici per una pianificazione integrata della mobilità sostenibile.

Sintesi del progetto: 

MUSE unisce 6 partner (3 Italiani, 3 Sloveni), e 5 di Associati (3 italiani e 2 sloveni) in una stretta collaborazione per efficientare energeticamente e ridurre le emissioni di CO2 nella mobilità urbana ed extra urbana degli Enti Locali transfrontalieri. L’Università di Trieste in qualità di Lead Partner guiderà l’Università di Lubiana, la Regione Friuli Venezia Giulia, l’UTI di Noncello (Comuni di Fontanafredda, Porcia, Pordenone, Roveredo in Piano e Zoppola), l’Agenzia regionale di Nova Gorica e l’Agenzia regionale di Lubiana nelle attività progettuali volte al raggiungimento degli obiettivi di progetto. Il primo obiettivo mira ad incrementare le competenze delle Pubbliche Amministrazioni (PA) per l’integrazione dell’efficientamento energetico nella pianificazione della mobilità sostenibile attraverso la definizione delle linee guida e del piano d’azione. Le linee guida forniranno la metodologia per inserire negli strumenti di pianificazione della mobilità le azioni dei Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (SEAP) e dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (SUMP) innovativi sui temi della mobilità integrata. Attraverso il piano di azione le PA sperimenteranno tale metodologia nel solo ambito della mobilità degli studenti e dipendenti universitari come banco di prova dell’intera mobilità urbana, extraurbana e transfrontaliera. Il secondo obiettivo mira a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra le PA con il supporto di Centri di ricerca, Università e operatori del settore attraverso la Comunità transfrontaliera. Infine il progetto vuole promuovere servizi innovativi per la mobilità a basse emissioni di CO2 mediante il coinvolgimento degli studenti e impiegati universitari nelle azioni pilota. I piloti prevedono quindi dei servizi di mobilità condivisa (es. e-bike ed e-car sharing) con punti di ricarica alimentati da fonti rinnovabili e un sistema informatico per la gestione ed il monitoraggio dei punti di ricarica e dei servizi di mobilità.

Risultati principali: 

Il risultato principale del progetto è lo sviluppo di linee guida e di un piano d’azione per gli Enti Pubblici locali per l’integrazione di elementi di efficientamento energetico nella mobilità urbana, extraurbana e transfrontaliera. Grazie al progetto MUSE, le Pubbliche Amministrazioni aumenteranno loro capacità di pianificazione della mobilità a basso impatto ambientale, mentre gli studenti e il personale universitario avranno a loro disposizione durante l’implementazione delle azioni pilota, maggiori servizi di mobilità sostenibile. Nello specifico il progetto implementerà e sperimenterà durante le azioni pilota soluzioni di efficientamento energetico nella mobilità grazie all’uso di veicoli elettrici inseriti in una logica di micro-grid e produzione di energie da fonti rinnovabili, sistemi intelligenti di monitoraggio e gestione dei servizi di mobilità con il supporto dell’ICT. Le Università e Centri di ricerca capitalizzeranno le ricerche e gli studi effettuati nell’ambito della mobilità sostenibile, dell’efficienza energetica in termini di riduzione di CO2 e bilanci energetici nel settore dei trasporti, mentre le Pubbliche Amministrazioni capitalizzeranno le iniziative innovative previste nei SEAP e nei SUMP dei territori di progetto. Questa collaborazione porterà l’aumento delle competenze e delle conoscenze delle pubbliche amministrazioni. Lo sviluppo di una Comunità Transfrontaliera che favorisce il dialogo e lo scambio di esperienze e di informazioni tra PA, Centri di ricerca/Università e operatori del settore dei trasporti consentirà di rendere duraturo nel tempo il risultato del progetto e porterà ad una maggiore sensibilizzazione dei cittadini in merito ai comportamenti eco-sostenibili. Infatti i cittadini potranno adottare o rafforzare i loro comportamenti green nella mobilità urbana, extraurbana e transfrontaliera, grazie ai servizi di mobilità a basse emissioni di CO2 implementati dalla partnership e promossi dalla Comunità Transfrontaliera.

Partner

Partner capofila

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Ingegneria e Architettura

Trieste
ITA

Partner progettuale n.1

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA – DIREZIONE AMBIENTE ED ENERGIA - SERVIZIO ENERGIA

Trieste
ITA

Partner progettuale n.2

Unione Territoriale Intercomunale del Noncello

Pordenone
ITA

Partner progettuale n.3

Univerza v Ljubljani, Fakulteta za gradbeništvo in geodezijo Prometnotehniški inštitut

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.4

RRA SEVERNE PRIMORSKE Regijska razvojna agencija d.o.o. Nova Gorica

Goriška
SLO

Partner progettuale n.5

Regionalna razvojna agencija Ljubljanske urbane regije

Osrednjeslovenska
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30/05/2018Poster evento annuale 30/05/2018
MUSE_ITA_2.pdf
( 539 byte, pubblicato il 11 Giugno, 2018 - 16:41 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

Il progetto mira a integrare efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2 nelle strategie di mobilità degli Enti Locali transfrontalieri. Il primo obiettivo è la realizzazione di linee guida e di un piano d’azione. Il secondo è la realizzazione di una Comunità Transfrontaliera dedicata alla mobilità sostenibile. Il terzo è la realizzazione di piloti: sistemi di ricarica per la mobilità elettrica alimentati da fonti rinnovabili e un sistema di gestione e monitoraggio di punti di ricarica e servizi di mobilità.

 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE (30/05/2018)

Nella fase iniziale il partenariato si è focalizzato sulla strutturazione del gruppo di lavoro, sulle procedure di affidamento e sulle attività preparatorie.  È stato realizzato un primo incontro aperto per informare il pubblico degli obiettivi del progetto. È stato inoltre realizzato lo studio architettonico per la stazione elettrica di ricarica basata su smart grid innovativa presso l’Università di Trieste, che fungerà da pilota per altre stazioni simili.

Contatti

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Ingegneria e Architettura

0039 0405583001
Piazzale Europa 1, 34123, Trieste, Italia
Lughi Vanni

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA – DIREZIONE AMBIENTE ED ENERGIA - SERVIZIO ENERGIA

0039 0403774194
Via Giulia 75/1, 34126 Trieste, Italia
Cacciaguerra Sebartiano

Unione Territoriale Intercomunale del Noncello

0039 0434392566
Corso Vittorio Emanuele II 64, 33170 Pordenone, Italia
Brazzafolli Federica

Univerza v Ljubljani, Fakulteta za gradbeništvo in geodezijo Prometnotehniški inštitut

00386 (0) 12418532
Kongresni trg 12, 1000 Ljubljana, Slovenija
Šemrov Darja

RRA SEVERNE PRIMORSKE Regijska razvojna agencija d.o.o. Nova Gorica

00386 (0) 53306680
Trg Edvarda Kardelja 3, 5000 Nova Gorica, Slovenija
Nikic Jasmina

Regionalna razvojna agencija Ljubljanske urbane regije

00386 (0) 13061902
Tehnološki park 19, 1000 Ljubljana, Slovenija
Matej Gojčič