FISH-AGRO-TECH

TO1

Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione

Il progetto in numeri
Durata:
30 mesi
Inizio: 01.07.17
Fine: 31.12.19
N. Partner: 6
 
Stato di avanzamento del progetto
Budget totale:
864.263,00€
Contributo FESR:
1.016.780,00€

The project in numbers

Durata: 
30 mesi
Start / End: 
01.07.17 to 31.12.19
Stato avanzamento progetto: 
33%
Budget: 
864263.00€
Contributo FESR: 
1016780.00€

FISH-AGRO-TECH

Pesca-Agricoltura: Partecipazione e Innovazione transfrontaliera
Asse prioritario 1

Promozione delle capacità d'innovazione per un'area più competitiva

Obiettivo specifico: 
OS 1.1.
Priorità d'investimento: 
PI 1b
Tipologia: 
Standard
Obiettivo Complessivo del Progetto: 

Adozione di un approccio di open innovation e CLLD per il trasferimento dei risultati della ricerca dai generatori di innovazione alle imprese dei settori dell’agricoltura e della pesca – acquacoltura,
con implementazione di azioni pilota per lo sviluppo di processi e prodotti innovativi. Promozione e pianificazione della cooperazione
tecnologica transfrontaliera mediante il rafforzamento e la creazione di partenariati, reti e cluster fra imprese e soggetti impegnati in ricerca e sviluppo.

Sintesi del progetto: 

Il Progetto si propone di creare dei partenariati congiunti fra i parchi e le istituzioni scientifico – tecnologiche e la comunità imprenditoriale del territorio transfrontaliero, appartenente ai settori dell’agro-food, pesca e acquacoltura, coinvolgendo i Gruppi di azione locale e costiera (LAG e FLAG). Obiettivo è ricercare le competenze più adeguate per lo studio delle tematiche di specifico interesse per le imprese dei settori di intervento, analizzandone i fabbisogni di innovazione e definendo ambiti e servizi a supporto di essa. Il territorio transfrontaliero presenta una sostanziale continuità ed omogeneità del contesto geografico ed economico che caratterizza i settori di intervento. Gli operatori mostrano esigenze simili sul versante agricolo dell’Area carsica e su quello a mare del Golfo di Trieste. Prodotti e metodi di coltivazione, pesca e allevamento sono molto simili da entrambi i lati del confine. Negli anni sono emerse varie opportunità di gestione collettiva e integrata delle risorse ed identificazione di possibili soluzioni. L’attività sarà sviluppata con un approccio di open innovation, seguendo una metodologia bottom up intesa a rilevare le esigenze provenienti dalle imprese del settore. Tali esigenze verranno trasferite ai soggetti della ricerca e innovazione mediante attività di benchmarking e affiancamento alle imprese di specifiche figure di mediatori tecnologici. Si consentirà così l’emersione di elementi di interesse comune per le imprese, con l’obiettivo di individuare soluzioni innovative di prodotto e di processo, in grado di: a) sviluppare nuovi prodotti e migliorarne qualità e caratteristiche; b) aumentare la vita commerciale degli alimenti; c) ridurre i costi di produzione; d) innovare i processi produttivi ed aumentarne l’efficienza. Verrà predisposto un piano settoriale transfrontaliero di interventi di trasferimento tecnologico, promuovendo specifici progetti pilota e la creazione di cluster, reti e partenariati transfrontalieri.

Risultati principali: 

Predisposizione di un piano strategico transfrontaliero del trasferimento tecnologico redatto con approccio bottom-up, sulla base della mappatura dei fabbisogni e delle soluzioni. Trasferimento alle imprese dei risultati della ricerca e delle soluzioni tecnologiche - Tramite un’analitica mappatura territoriale delle necessità tecnologiche espresse dalle imprese e dei soggetti impegnati in ricerca e sviluppo, si
prevede di raggiungere un quadro complessivo del fabbisogno transfrontaliero di innovazione tecnologica delle imprese settoriali (nel settore della Pesca e dell’agricoltura). Esso costituirà la base sia per indirizzare le attività progettuali, sia per evidenziare le linee guida di una strategia settoriale, che si allineerà alle vision delle strategie e dei Piani di sviluppo locale. Il progetto si porrà pertanto come momento di attuazione concreta dell’approccio CLLD perseguito dai Gruppi di Azione Locale, traducendo, con modalità di innovazione aperta, le necessità espresse dalle comunità imprenditoriali in attività di supporto e progetti pilota di trasferimento tecnologico. Il percorso disegnato dal Progetto per avvicinare le imprese ai risultati della ricerca porterà ad aumentare la predisposizione delle imprese e degli operatori di pesca, agricoltura verso l’innovazione tecnologica. Questo genererà un incremento nel numero degli operatori che
collaboreranno con i centri di ricerca, e le imprese ad esse collegati individuando modalità innovative nei prodotti o nei processi produttivi. L’orientamento dell’attività avrà il risultato di favorire la costituzione di una rete diffusa di realtà di ricerca e sviluppo in un ambiente di innovazione aperta, accrescendo le aggregazioni di imprese e rafforzando il sistema ricerca-imprese.

Partner

Partner capofila

Azienda speciale Aries – Camera di Commercio di Trieste

Trieste
ITA

Partner progettuale n.1

Consorzio per l’AREA di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste

Trieste
ITA

Partner progettuale n.2

Gruppo di azione locale del Carso – Lokalna akcijska skupina Kras

Trieste
ITA

Partner progettuale n.3

Tehnološki park Ljubljana d.o.o

Osrednjeslovenska
SLO

Partner progettuale n.4

Primorska Gospodarska Zbornica

Obalno-kraška
SLO

Partner progettuale n.5

Nacionalni inštitut za biologijo

Osrednjeslovenska
SLO

Documenti di progetto

Poster evento annuale 30/05/2018Poster evento annuale 30/05/2018
FISHAGROTECH_ITA_1.pdf
( 1015 byte, pubblicato il 7 Giugno, 2018 - 12:44 )

Obiettivi e attività

OBIETTIVI PRINCIPALI DEL PROGETTO

Emersione e analisi dei fabbisogni e delle opportunità innovative per le imprese della pesca, acquacoltura e agricoltura, con individuazione delle possibili soluzioni tecnologiche offerte mediante un approccio di open innovation. Condivisione con le imprese delle opportunità innovative e attuazione di azioni pilota. Consolidamento nel territorio dei risultati mediante la promozione di aggregazioni, filiere e cluster transfrontalieri fra gli attori coinvolti.

 

SITUAZIONE ATTUALE DELL’IMPLEMENTAZIONE PROGETTUALE (30/05/2018)

Sono state avviate le attività di disseminazione del progetto e dei suoi obiettivi, con lo svolgimento dell’evento generale e l’organizzazione (in essere) dei seminari informativi tematici. Il gruppo di lavoro tecnico e gli auditor tecnologici hanno avviato la mappatura del territorio avvicinando le imprese e gli altri soggetti di interesse al fine di rilevare le richieste di innovazione, che verranno tradotte nel piano dei fabbisogni di innovazione a livello transfrontaliero.

Contatti

Azienda speciale Aries – Camera di Commercio di Trieste

0039 0406701281
Piazza della Borsa 14, 34121 Trieste, Italia
Michele Crosatto

Consorzio per l’AREA di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste

0039 0403755111
Padriciano 99, 34149 Trieste, Italia
Fabio Tomasi

Gruppo di azione locale del Carso – Lokalna akcijska skupina Kras

0039 0403798522
Sistiana 54 D, 34011 Duino-Aurisina, Italia
Aleš Pernarčič

Tehnološki park Ljubljana d.o.o

00386 (0) 16203490
Tehnološki park 19, 1000 Ljubljana, Slovenija
Mojca Cvirn

Primorska Gospodarska Zbornica

00386 (0) 56625830
Ferrarska ulica 2, 6000 Koper/Capodistria, Slovenija
Ingrid Trobec

Nacionalni inštitut za biologijo

00386 (0) 59232701
Večna pot 111, 1000 Ljubljana, Slovenija
Andreja Ramšak